Ecografia a Verona

Ecografia ed Ecocolor-Doppler A Verona - Simone Perandini Dott. Simone Perandini
Specialista in Radiologia ed Ecografia
Resp. Radiologia presso MediClinic (PD)

PRENOTAZIONI: 045-8204750 đź“ž

Studio ecografico dell' addome completo

L'ecografia dell'addome è l'indagine degli organi contenuti tra il diaframma ed il perineo. Si tratta di un esame indolore e sicuro, senza utilizzo di radiazioni pericolose né di mezzo di contrasto.


Gli organi valutabili sono il fegato, la cistifellea o colecisti, le vie biliari, il pancreas, la milza, i reni, l'aorta, i surreni, la vescica, l'utero, le ovaie, la prostata, i linfonodi addominali e pelvici, il peritoneo, le arterie e le vene dell'addome, in particolare la vena porta e l'arteria epatica.

Il fegato è un organo voluminoso che può essere interessato da molti disturbi e da molte malattie. Un esame accurato può evidenziare angiomi, steatosi epatica, ingrossamento della ghiandola (epatomegalia), riduzione di volume e fibrosi del fegato (cirrosi), localizzazioni di malattie neoplastiche (metastasi) ed altre patologie. Il controllo del fegato è indicato di routine nei pazienti con una storia oncologica o di problemi metabolici come l’obesità, il diabete, la dislipidemia (trigliceridi o colesterolo alti).


La colecisti (anche detta cistifellea) raccoglie la bile dalle vie biliari del fegato. Può essere interessata da molte patologie, come la calcolosi (colelitiasi), l’adenoma di parete (poliposi) ed i depositi di colesterolo di parete. Meno frequentemente possono insorgere patologie acute come la colecistite.

Le vie biliari drenano i succhi epatici verso la colecisti ed il duodeno. La loro dilatazione è spesso segno di una patologia ostruente, come una calcolosi o come problemi più seri dell’ilo epatico e della testa del pancreas.

Il pancreas è un organo molto profondo dell’addome, ed è attraversato da alcuni dotti escretori. La loro dilatazione può essere un indizio di malattia. Le pancreatiti sono infiammazioni croniche od acute della ghiandola pancreatica, e riducono spesso la funzionalità dell’organo.

I reni sono una coppia di organi che funzionano come un filtro per il sangue, eliminando le scorie attraverso le urine. Sono tristemente note le coliche renali, dovute spesso alla presenza di calcoli renali migrati nell’uretere ad ostruire il deflusso di urina, che causano molto dolore. I reni però possono essere interessati anche da altre alterazioni, come le cisti renali e l’angiomiolipoma. Quest’ultimo è una patologia sostanzialmente benigna che se in rari casi può tuttavia dare origine a sanguinamenti anche importanti.

I surreni sono due ghiandole simmetriche che producono una grande varietà di ormoni. Possono essere indagati quando si sospetta la presenza di un adenoma surrenalico, una alterazione quasi sempre benigna ma che può far saltare l’equilibrio dell’organismo producendo troppi ormoni.

L’aorta è il vaso principale che porta il sangue ossigenato dal cuore agli organi. Nel suo tratto addominale è suscettibile alla dilatazione che, a seconda della sua gravità, viene definita ectasia aortico o aneurisma aortico (spesso abbreviato come AAA, aneurisma aortico addominale). L’ecografia è in grado di riconoscere la dilatazione del vaso e di seguire l’evoluzione nel tempo, per guidare il Paziente alla terapia più adatta.

L’utero e le ovaie sono organi profondi che possono essere interessati da un grande numero di alterazioni. In particolare ricordiamo i fibromi uterini, le cisti ovariche, l’endometriosi, e le patologie neoplastiche. Lo studio ecografico eseguito senza sonda interna è spesso in grado di dare buone informazioni riguardo queste strutture, e nel caso necessario di consigliare un approfondimento con sonda trans-vaginale o con risonanza magnetica.

La vescica è il “serbatoio” del sistema urinario e permette di accumulare l’urina prima della minzione. Questo organo va studiato quando pieno, motivo per il quale si chiede al Paziente di bere 1 litro di acqua almeno 1 ora prima all’esame. La vescica può essere interessata da alcune comuni patologie come la calcolosi, i polipi, i diverticoli e l’ipertrofia da sforzo.

La prostata è una ghiandola molto profonda che comunemente aumenta di volume e crea fastidi urinari. Nella condizione di ipertrofia prostatica è utile controllare il volume della ghiandola e valutare quanta urina rimane in vescica dopo aver fatto pipì (ristagno post-minzionale). Lo studio ecografico senza sonda interna permette di valutare le dimensioni della prostata ed eventuali calcificazioni ghiandolari. Talvolta può essere necessario studiare la ghiandola con la sonda transrettale, in particolare per escludere la presenza di neoplasia prostatica.

 

Scarica il modulo di preparazione all'esame ecografico dell'addome (clicca qui).

Prenotazioni senza impegnativa e in tempi rapidi

Per prenotazioni ed informazioni premere il pulsante azzurro in alto AMBULATORI E PRENOTAZIONI.

Simoneperandini.com (C) 1999-2022 - v44
Le informazioni contenute in questo sito hanno valore generico, e non costituiscono una prescrizione medica.
Per ricevere diagnosi e terapia personali è necessario un consulto individuale.